venerdì, agosto 31, 2007

ABELEEE ABELEEE!


Siamo alla fine del ventesimo secolo, sulla faccia della terra gli oceani erano scomparsi a causa dei troppi anelli di mare, ma le pianure erano in fiore grazie ai troccoli fertilizzanti del Van, che per l’appunto stava consolando i suoi fan dopo l’orrenda visione del suo ultimo capolavoro:


“Van sto filme ènammedda! Famme fa nu foto cuttè che così te sputo in faccia tutte le volte chemmevà”

“He, come faccio i film me c’è solo da invidiare, regola in flash alto che mi nasconde la fragnoccola!”


“Heheeeeeeeeee, scatta Mignotta Passante!”

Quello querello che il povero soldatello ignorava, è che "Mignotta Passante" è la fotografa fidata data del Van, la quale ha il preciso compito di aumentare il flash delle macchinette a livelli esagerati e per farlo sostituisce le batterie presenti con altre, polarizzate e caparbizzate dal Van stesso, che se non stai attento e ti scoppiano in mano mò sono cazzi pesanti, ma tanto pesanti, tipo che leggi qua:



Le vanacell plus sono così potenti e pericolose che il governo russo tempo addietro decise di costruire una centrale nucleare a Chernobill come alternativa meno rischiosa.


“Minghia Van ghe flash! ABELEEEEEEEE ABELEEEEEEEEEEE!!!”

Eh sì, è proprio diventato un abelè, che cos’è un abelè?



Dai retta a me,

un rettile non è,

un cibbride magari,

con doti balneari,

ed eccovelo qua,

il cibbrò Vù cumprà.


ABELEEE! ABELEEE!!!



Chissà se anche Bongolos era così arrabbiato col Van perché lo ha cibbridizzato con una foto o se era semplicemente perché voleva sugiferare il porco all’interno della vergina di sua mollie.

D’altronde, le sugiferate del Van non sono mica cose comuni.

Le donne che fanno sesso col Van infatti alla fine sono ridotte come degli stracci umidi quindi in Van le stende per asciugarle, ecco una foto del portaasciugamani di casa Van:

Non saranno mai più in grado di camminare ma il Van avrà le mani sempre asciutte, e il porco sempre in sugiferazione:


HE!


Missione Tavernello

era una giornata poco caparbia per il van


trallallero trallallà questo bongo ha poca caparbietà


thò guarda, un falò di negri


"guciniamo gatti investiti,
siamo droppo pogo gabarbi"


Ad un tratto il telefono squillò!


Pronto Van? Ciao, sono tuo fratello!!!

Il Van che aveva dimenticato l'apparecchio amplifon a casa capì piede per focaccia!


Vanna? Cosa? Sono in due? Di cui un portoricano?
Ti manca il tavernello? arrivo


Bel problema però il Van era a mille miglia di distanza da Vanna...


e adesso? rubo un dirigibile? un sottomarino?
mi pisello un'odisa? queperello che dilemma...


meglio rubare una barca, in un mesetto sarò da lei

il van attivò al vista a raggi caparbici e vide la barca adatta


eccola, meglio non buttarsi però

il van iniziò ad incamminarsi, ma le insidie erano dietro l'angolo


Jenna è inutile che alzi le braccia per provocarmi,
ti pisellerò dopo DEEEEEEEEEEEO!


Superata l'insidiosa Jenna gli si parò di fronte il potenze Mao Ragù, così detto perchè ogni volta che mangia gli spaghetti cinesi col ragù si sbrodola fin sopra le sue orecchiette gialle


MAO: non passerai Van!!!
VAN: attento Mao, hai una macchia di sugo sulla camicia!


MAO: Dove???
VAN: ti ho fregato! HHHEEEEE!!!

quell'HE colpì direttamente i genitali di Mao che saltarono per aria insieme alla sua voglia di fermare il Van

Poco dopo il Van raggiunse la nave:


pao, siete sicuri che questa sia una nave?
sembra il titanic aware

il viaggio iniziò, il Van si riservò un biglietto in prima classe


Questi sì che sono posti comodi! HE!
Ehi! Guarda il piede non l'uccello amico, DEEEEEEEEO!

finalmente sbarcarono, il van incontrò Vanna


non piangere vanna, recuopero il tavernello e ti pisello aware


Giorgia, rintraccia il mio tavernello segreto

dopo un mese passato a studiare le coordinate fornite dal van scritte su un rotolo di cartaigienica


eccolo van, si trova nella fonte della caparbietà!
E' nelle mutande che porti adesso!



per questo mi sentivo pesante querello

il Van diede a vanna il tavernello, e dopo disse


e adesso ti pisello....


van number van

giovedì, agosto 23, 2007

Vantos: the freshmaker (commercial 2-3)

Dopo che l'utilizzo del Van come testimonial delle Mentos aveva portato codeste caramelle a diventare il cibo più consumato del mondo, battendo i kebab di Aziz, e il riso alla cantonese di Zi Wei, ecco che ne sono stati girati altri due che verranno trasmessi rispettivamente da Novembre 2007 e marzo 2008, gustateveli in anteprima mondiale, solo il VAN FAN CLAN vi offre tanta caparbietà!




Per vedere lo spot numero uno andate a questo LINK


mercoledì, agosto 22, 2007

Van Damme VS ananas



E' troppo avanti il Van, notare che la Virgin dopo questo spot è stata battezzata Svirgin, perchè il Van si è scopato l'intera azienda.

E una donna piange perchè essendo stata licenziata la settimana prima non ha potuto provare il tarello più caparbio del mondo.


VAN TARELLAMI TI PREGO!!!

Ma il Van ha altro per la testa....


Fiabe VANtastiche


BIMBO: signor Van, dato che ti sei pisellato mia mamma e mia sorella, mi racconti una fiaba della buona notte?
VAN: certo, adesso ti racconto la storia che il maestro Tanaka mi raccontava quando mi allenavo da lui


C'era una volta una fattoria ai piedi di un colle, dove vivevano alcuni animali: Pierina la gallina, Gioconda la mucca, Don Porselon il maiale, Ercole il cavallo e Oscar il pavone e Van l'atleta. Un giorno gli animali stavano nel vigneto a prendere il sole, quando il Van perse una delle sue lenti a contatto:


Cazzo non la trovooooooooo!!!


Pierina, l' ormai vecchia gallina dalle piume marroni, era sdraiata su un asciugamano a righe rosse e blu; Gioconda, con gli occhiali da sole, se ne stava accoccolata sull' erba alta e leggermente bruciacchiata dal sole;
Ercole, il cavallo grigio da tiro, masticava svogliatamente un filo d' erba, portando in testa una bandana e accavallando le zampe posteriori; Oscar si divertiva a fare la ruota con la coda, spalmandosi dell' olio solare sulle penne bianche e delicate.
insomma, a nessuno gliene fregava un cazzo che il Van aveva perso una lente a contatto e che questo lo rendesse scontroso e irritabile, a nessuno tranne che ad uno:
Don Porselon, avvocato, leggeva il codice penale sotto l' ombrellone; stava cercando un modo per fare causa agli animali della fattoria per omissione di soccorso e ricavare un sacco di soldi con la vincita della causa, e poter realizzare così il suo sogno, aprire una salumeria.
Nel frattempo una cicogna sorvolava il vigneto, trasportando dei cuccioli di "negro", destinati al Van.
Tutto d' un tratto, il Van in un impeto d'ira tirò un calcio alla cicogna, la quale esplose e lasciò cadere uno dei cuccioli a terra.


PEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!

Il piccolo negro capitò proprio tra le zampe dell'avvocato Don Porselon che esclamò: - Perdindirindina, cos'è mai questo?-Il negro era marrone con delle macchioline viola sulla pancia, aveva grandi orecchie e una corta coda, gli occhi piccoli e neri, il muso da pechinese, zampe enormi e il pelo folto. Gioconda sollevò gli occhiali e fece: - Muuu?!- Ercole lanciò un nitrito di spavento, Pierina si coprì con l'asciugamano e a Oscar cadde la bottiglietta di olio solare. - Ciao, io mi chiamo Gigio e sono un negro. Vengo dal Montenegro e devo andare dal Vandailama, dove la caparbietà mi aspetta!- Pierina sussurrò a Gioconda:
- E' diverso, non è un animale normale e poi... hai sentito... viene da un altro paese! Meglio tenerci lontani da lui!-
Così Oscar e Pierina si allontanarono dal vigneto.
Gigio si addormentò e gli altri animali ne approfittarono per lasciarlo solo.
Oscar e Pierina andarono a lavarsi le piume nel ruscello che scorreva vicino alla fattoria.
Ad un tratto il vanitoso pavone mise il fallo nell' acqua fredda. Con tutto quel chiasso, Gigio si svegliò e corse al ruscello;compreso ciò che stava accadendo, si gettò in acqua, raggiunse il fallo di Oscar, che ormai stava annegando, e lo portò in salvo.Pierina lo abbracciò e poi andò a chiamare gli altri animali: - Ehi, amici, venite, venite! Gigio il negro ha salvato Oscar!-
Tutti gli animali corsero fuori e presero per il culo Oscar che da allora fu sempre sfanculato e deriso.

L'allievo del Van

Come il signor Tanaka riempì di botte il Van per fargli capire cosa volesse dire essere caparbi


Se me tagli ancora i capelli cò sta cazzo de spada te inculo! Mò guarda che cazzo de piazza che m'hai fatto, ciuffetto demmerda!

Così il Van sta per presentare in esclusiva mondiale il suo nuovo allievo, per l'occasione ha invitato i suoi fratelli gemelli, quello a destra era la controfigura del Van cattivo in Double Impact, quello a destra la controfigura di Denis Rodman in Double Team.


CRIBBIO! HE! VODKA!


VAN: Queo Vladimir, il mio allievo raserà al suolo la concorrenza russa. PUTIN: raderà, non raserà, coglione!

VAI LUCA!!!

Spacco tutto! Maestro Van sono caparbio?


VAN: Ecchecchezz... Me lo ricordavo diverso...
PUTIN: Troppa vodka forse.


VAN: L'ho tirato su a tavernello e calci
PUTIN: perchè prima com'era?

così:



PUTIN: ha un'aria più intelligente adesso
VAN: perchè ha studiato dalla VANCIQUEOPIEDEO TRECCANI.


VAN: Vedrai come frantumerà il porco ai suoi avversari!


BERLUSCA: Cribbio, mi sento di dare fiducia a Luca e al suo maestro Van, che è una persona splendida, che io stimo moltissimo, e scommetto tutto il mio patrimonio sulla sua vittoria.

Ma lo sfidante di Luca, il mite Adolf Benito III, vinse per K.O. tecnico dopo soli 15 secondi, sfondando con un solo calcio la milza e due costole del povero Darven fighter:


VAN: bravo Adolf, devi essere davvero caparbio per aver sconfitto Luca. Se sarai mio allievo ti porterò sulla via del QUEO e del PAO.


BERLUSCA: Cribbio sono rovinato.


martedì, agosto 14, 2007

La colazione dei caparbi

Nonostante il van avesse dormito sulle scale all'ingresso di un hotel Hilton, al sou risveglio tutti erano pronti ad accoglierlo e servirlo, anche il direttore Antony:


"bravo Tony adesso faccio colazione,
dopo mi alleno nel pisellamento libero cameriera"


ma il van aveva un dubbio:


tony avrà messo nel latte un pò di essenza segreta?

il van dopo aver pensato per un buon 2 ore e mezza giunse alla conclusione


se l'essenza è segreta Tony non la conosce,
avrà fatto di porco suo. HE!



Queo, assaggiamo va!


oh my van che dolores de panza


ma ti pisello ugualmente DEEEEO!



Capabbiamente me la facessi

anch'io, ma non so se scorregge
in me la capabbietà...