lunedì, dicembre 29, 2008

NATALE IN CASA VANDAMME


S
olita vita solito van, ma non quando è Natale


beibe, mi vesto da babbo natale e vi pisello tutte, tranquille, aware

il van cercò il vestito di babbo natale per un anno intero, al dicembre dell'anno successivo


eccolo george, ho travato il vestito


ma van, ti mancano le scarpe da babbo natale


( una espressione che vale più di mille peti )


eccole pecrello mio, le ho trovate


van, quelle le hai rubate al pupazzo di neve non ricordi?




e allora le mie dove sono?


o sono nel perizoma della pecrella appena arrivata, o, oh my van non volevo dirtelo...

(il pecrello tentò di fuggire)


non scappare, e parla o ti rutto in bocca...

il pecrello tremò...


è stato lui a rubarle van


lui chi? erano di una annata di puzza feroce


è stato Dio Van....


è stato lui eh....

( il van iniziò a pensare come recupararle )



( il van pensò al tutto in modo deciso, prese anche il sonno pensando, e sempre nella stessa posizione, fino a quando si svegliò grazie alla sveglia caparbia firmata dammage7)


questa sveglia quando mi esce dall'ano mi pizzica un pò


andiamo a riprendere la roba nostra

ma come facciamo mio van?


2 tavernelli grazie


seguimi


queste scale ci porteranno a lui


eh


ma ho una idea caparbia migliore, arriverò da lui con la forza di un peto


eccolo, eccolo, arriva

non si ebbero più notizie del van...fino a quando


eccole, sono loro visto pecrello?


come hai fatto van?


con il vancellulare

aware

van number van

2 commenti:

Ben Turpin ha detto...

Quasi un anno senza caparbietà... questo mondo è indubbiamente un posto peggiore.

Alessandro "Nian" o "Gringo" ha detto...

Non ti preoccupare, la caparbietà sta per tornare. E' stato un anno che definire "intenso" è riduttivo.